SQUIRTING: COS’E’ E COME ARRIVARCI

L’eiaculazione femminile è meglio conosciuta con la parola inglese SQUIRTING.
Consiste nell’espulsione di liquido, dall’uretra durante l’orgasmo e può avvenire sia sotto forma di rilascio lento e prolungato che di getto esplosivo.

La realtà è che lo squirting esiste davvero e grazie a delle stimolazioni specifiche le donne possono raggiungere il culmine del piacere.
Le donne che lo hanno provato descrivono lo squirting come un’esperienza incredibile, ai limiti della beatitudine e dell’abbandono dei sensi.

COME ARRIVARE ALLO SQUIRTING?
Ciò che deve essere stimolata è la zona intorno al Punto G, e trovarlo è molto più semplice di quanto si crede. Più la donna si eccita e più facilmente lo si riuscirà a sentire poiché si gonfia e diventa più pronunciato.
Molte donne affermano che lo squirting si raggiunge anche con la stimolazione del clitoride, molte dicono di provarlo solo con l’uomo con il quale vivono un’intimità molto profonda, altre invece raggiungono lo squirting solo con la masturbazione.

DA COSA É PROVOCATO
Il liquido dello squirting viene prodotto da alcune ghiandole che si trovano nell’uretra. Queste ghiandole si riempiono di liquido durante l’attività sessuale, per poi svuotarsi prima dell’orgasmo. La capienza di queste ghiandole varia da donna a donna.

IL PERFETTO SQUIRTING
Il segreto è quello di stimolare in maniera decisa l’interno della vagina, in particolare la parte anteriore tra il Punto G e l’uretra. La sensazione che la donna avverte quando sta per arrivare all’eiaculazione è quello di urinare, ma in realtà sono le ghiandole, che hanno la funzione di lubrificare la vagina. E’ proprio in quel momento che si svuotano provocando la fuoriuscita di un liquido simile allo sperma maschile.

IL PIACERE RAGGIUNTO
Questa sensazione diventa sempre più intensa e piacevole fino al momento in cui non fuoriesce il liquido. Dal punto di vista fisiologico lo squirting avviene con delle contrazioni ritmiche ed involontarie del muscolo pubococcigeo che circonda la vagina, che impediscono di trattenere il liquido.

I PASSAGGI IMPORTANTI
Inserire il dito medio all’interno della vagina e toccare con il polpastrello le pareti vaginali;
Massaggiare delicatamente muovendolo avanti e indietro aumentando, di volta in volta, la velocità e l’intensità;
A questo punto si dovrebbe sentire il punto G rigonfio e, quindi, aumentare ancora la velocità del massaggio fino a farle raggiungere l’eiaculazione.

TECNICHE UTILI 
Lo squirting può capitare all’improvviso e, se ci si trovasse impreparate, potrebbe avere un effetto sorprendente. In pratica, vulva, vagina e clitoride sono tre parti separate del proprio organo sessuale, ma devono essere considerate e stimolate come un tutt’uno.

Lubrificare
Per facilitare la prima fase della stimolazione è importante utilizzare un lubrificante specifico.

Il punto G
Il punto G si trova tra l’apparato genitale e quello urinario, all’interno della vagina. La donna deve stendersi a pancia in su e l’uomo deve toccare con le dita le pareti frontali della vagina. Inizialmente si dovrà solo accarezzare l’interno della vagina per poi aumentare lentamente il ritmo fino a che la donna mostrerà il proprio coinvolgimento nell’atto sessuale.

Sex Toys
I Sex Toys sono sempre i nostri alleati, per raggiungere lo squirting si può utilizzare un vibratore singolo o a doppia azione con forma ricurva, per la stimolazione interna, o lo stimolatore del clitorideo o il multistimolatore, per la stimolazione esterna. Il Sex Toy adatto dipende da donna a donna.

SQUIRTING SENZA ORGASMO
Lo squirting può avvenire anche senza orgasmo, cioè senza secrezioni ma solo sentendo un forte piacere prima di raggiungere l’orgasmo vero e proprio. L’eiaculazione femminile, infatti, può avvenire sia con l’orgasmo che senza, quindi non necessariamente avvengono nello stesso lasso di tempo.

TUTTE LE DONNE POSSONO SQUIRTARE?
Sì, tutte le donne possono squirtare perché, nel collo della vescica, possono accumulare un liquido eiaculatorio trasparente, che in tanti scambiano per urina, molto simile allo sperma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!