GEISHA 4.0 LE PALLINE DEL PIACERE SESSUALE, ANCHE IN COPPIA.

Le palline vaginali sono un antico oggetto erotico che affonda le sue origini nella ricerca del piacere, nascono in Giappone come sfere e da qui il nome di Palline Geisha.

Infatti le Geishe utilizzavano le sfere per rendere i loro muscoli vaginali così sensibili e tonici da far venire un uomo solamente con la contrazione dei muscoli, rimanendo esteriormente perfettamente immobili. 

Ecco perché oggi in ambito terapeutico le palline vaginali vengono utilizzate per rafforzare il pavimento pelvico in una ginnastica passiva.

Oltre alla ginnastica passiva possono essere usate con successo anche come vero e proprio oggetto per il piacere, ampliando quindi la loro anima più antica.
Inizialmente si trattava di una singola sfera indossata dalla donna, l’evoluzione ha portato poi il passaggio da una a due palline, legate tra di loro, in modo da potenziare la loro azione terapeutica e di stimolazione.

PER LE COPPIE PIU’ TIMIDE

Le palline vaginali si possono indossare durante una corsa o una passeggiata o la spesa ma si è mai pensato di utilizzarle con il proprio partner?

L’uso delle palline vaginali ha un effetto eccitante sulla donna che le indossa. All’inizio sembreranno scomode,ma l’uso continuo porta a scoprire sensazioni nuove.
Quindi diciamo che un primo gioco erotico che si può fare con il partner è quello di chiedergli di sfilare le palline. Oppure chiedergli di infilarle fornendogli del lubrificante, e lasciare che sia lui a comandare il gioco.

Se si vuole accendere la passione, si possono usare due espedienti:

Lasciare il gusto della scoperta, ovvero presentarsi da lui con le palline indosso ma senza dirglielo.
Avvisare per tempo, magari con una telefonata o con qualche messaggio particolarmente esplicito in cui si descrivono con accuratezza le sensazioni provate e quelle che si condivideranno con lui una volta che vi sarete incontrati. Lui non farà altro che pensare a quel momento, vivendo un lunghissimo preliminare.

IL 69 

Mai provato a metterlo in pratica con le palline vaginali? Il 69, si sa, è una delle posizioni più erotiche per il sesso orale.

Il partner può accarezzarvi contemporaneamente con la bocca e con le dita e, una volta che siete sufficientemente eccitate, estrarre una delle palline e usarla come ulteriore mezzo per la stimolazione. Ogni movimento che imprimerà alla sfera esterna si ripercuoterà su quella interna, stimolando contemporaneamente in profondità e a fior di pelle.

Il gioco di coppia con le palline è una stimolazione mentale del proprio partner, vi consigliamo di non usarle inserite nella vagina durante il rapporto perchè potrebbero risultare scomode e fastidiose.

ENTRANDO NELLO SPECIFICO DELLE PALLINE VAGINALI.

COSA SONO?
Sono conosciute con molti nomi diversi: palline vaginali, sfere vaginali, sfere della luna, sfere vibranti, palline cinesi, palline da Geisha, Kegel balls.
Le palline vaginali sono delle vere e proprie “sfere” di peso, materiale diversi e forma.

Il peso delle palline mediamente è di 60 grammi ma per le donne che ne necessitano ci sono anche da 140 a 200 grammi.

Le sfere più conosciute sono in silicone, resistenti all’acqua e facili da pulire. Sono collegate tra loro da un sottile lembo dello stesso materiale.

Le sfere di metallo invece sono collegate da un filo di nylon e sono pensate per un utilizzo di chi pratica costantemente l’esercizio di ginnastica passiva. Il materiale, infatti, rende più difficile trattenerne il peso in caso di perineo rilassato.

A COSA SERVONO?
Le principali cause del rilassamento dei muscoli del perineo possono essere la gravidanza, il parto, i cambiamenti ormonali dell’avanzare degli anni ed anche il perdere e acquistare peso molto frequentemente.
I disturbi del pavimento pelvico collegati all’indebolimento della muscolatura intima riguardano almeno un terzo delle donne che possono avere un incontinenza urinaria, il prolasso e il mancato piacere sessuale.Le palline vaginali possono ridurre questi problemi o prevenirli.

COME FUNZIONANO?
Le palline vanno inserite nella vagina in modo che la sfera sia a circa 2 cm di distanza dall’apertura vaginale, in modo che superi il muscolo pelvico e vi si appoggi. Durante la camminata, il movimento della pallina stimola il muscolo pelvico che si contrae per “trattenere” ed evitare che scendano verso il basso. Si tratta di una contrazione spontanea della muscolatura intima che, nel tempo, ne aumenterà la tonicità.
Questo tipo di esercizio viene definito passivo.
Le palline però possono anche essere usate in modo attivo per fare gli esercizi Kegel, facendole salire e scendere attraverso la contrazione volontaria dei muscoli. Per accertarsi di contrarre realmente il muscolo del perineo e non l’addominale o i glutei, si può toccare il cordino e sentire se con la contrazione aumenta. Una volta inserite le sfere si posizionano da sole nella maniera corretta e per sfilarle delicatamente tirare il cordoncino.

Lo scopo delle palline è quello di allenare gradualmente il perineo, per cui è fortemente consigliato aumentando progressivamente la durata dell’esercizio nel corso del tempo.

QUANTO TEMPO SI POSSONO UTILIZZARE?
In generale non c’è un tempo standard di utilizzo delle palline, ma come in tutte le cose è meglio non esagerare.

Altro fattore molto importante da tenere in considerazione è lo stato di partenza del tuo pavimento pelvico. Se nascono dubbi sullo stato di salute, consultare il professionista di
riferimento.
La scelta del prodotto va in base all’età, al grado di consapevolezza, di tonicità del perineo e lo stato di salute generale.

VANNO BENE PER OGNI DONNA?
Le palline vaginali sono indicate per tutte le donne di ogni età
I benefici che si possono ottenere con l’utilizzo delle palline vaginali sono vari:

• Rafforzando il pavimento pelvico
• Permettono una maggior spinta nella fase di espulsione durante il parto
• Ridonano tonicità ai muscoli vaginali dopo un parto vaginale
• Prevengono e risolvono piccoli problemi di perdite di urina tipiche del post-parto
• Prevengono un possibile prolasso uterino
• Mantengono giovane la tua zona intima femminile
• Migliorano la tua soddisfazione sessuale

IMPORTANTE: se si ritiene che la propria situazione sia particolare, bisogna tenere presente che questi sono ottimi strumenti da affiancare alla consulenza di un professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!